Pieri: “Vogliamo presentarci alla sosta con un altro successo”

Con la certezza matematica dei play off in tasca La Fiorita si appresta a riprendere il proprio cammino in campionato, consapevole che poco o nulla è stato ancora fatto.

Domani alle 15:00 gli uomini di Nicola Berardi incroceranno i tacchetti con il San Giovanni a Domagnano.

“Le partite, da qui alla fine, sono tutte importanti – commenta Michele Pieri, sempre a segno nelle ultime tre sfide disputate – e a maggior ragione lo è quella di domani, contro una squadra che sta facendo bene. Sarà l’ultima prima delle due settimane di stop per gli impegni delle Nazionali e per di più la Libertas riposa, quindi abbiamo la possibilità di portarci a più 6 sulla seconda e di chiudere bene questa prima parte di ripresa del campionato”.

La settimana è servita per riprendersi dalle fatiche delle tre sfide giocate nell’arco di una settimana, tra cui l’impegno di Coppa e la partita con il Tre Penne particolarmente impegnative e che hanno visto i gialloblù a tratti in difficoltà.

“E’ stata una settimana importante – dice Pieri – e bisogna sottolineare che si viene da un lungo periodo di inattività. In Coppa la prestazione è stata leggermente sottotono, ma ha evidenziato la voglia del gruppo di raggiungere gli obiettivi, la coesione. Il gruppo che si è venuto a creare ha fatto la differenza, al di là delle doti tecniche che credo siano evidenti. Abbiamo rimesso in piedi una partita che ci stava sfuggendo di mano e questo è un aspetto sicuramente positivo. La sfida con il Tre Penne è stata significativa perché ci ha permesso di misurarci con una squadra che, come noi, punta a vincere tutto. La risposta è stata importante, abbiamo giocato bene e abbiamo fatto la nostra partita, riuscendo ad incanalare in maniera positiva anche quegli episodi che avrebbero potuto penalizzarci. Abbiamo avuto la conferma di essere sulla strada giusta”.

Sono cinque le reti (4 in campionato e 1 in Coppa) al momento all’attivo per Pieri, che lentamente si sta riportando sugli standard della passata stagione (15 i gol realizzati con la maglia del Faetano fino allo stop delle competizioni).

“Sono nuovo di questa squadra e da subito mi sono trovato bene con i compagni – racconta -. Sto entrando sempre più dentro ai meccanismi di gioco. Si può fare sempre meglio, chiaramente, e spero di riuscire a fare meglio. I gol per un attaccante sono importanti e sono contento di averne segnati diversi. Ma i traguardi personali vanno sempre in secondo piano. L’importante è riuscire ad essere di aiuto per il raggiungimento degli obiettivi che ci poniamo come squadra”.

E uno degli obiettivi più allettanti è senz’altro quello di poter tornare a giocare in Europa.

“Ho avuto la fortuna di esordire con questa maglia proprio nei preliminari di Europa League e di questo ringrazio la società – dice Pieri -. Un risultato che l’anno scorso non ho potuto conseguire insieme ai compagni ma che spero vivamente di poter rivivere, questa volta guadagnandolo sul campo, la prossima estate. E magari che sia la Champions League…”.