La Fiorita punta al double: sabato sera la finale di campionato

Cambia l’avversario, cambia la competizione, ma non cambia l’importanza del match né tantomeno l’obiettivo. Sabato sera, a distanza di una settimana dalla vittoria della Coppa Titano, La Fiorita sarà ancora di scena al San Marino Stadium per provare ad aggiudicarsi anche lo scudetto, il sesto della sua storia, e l’accesso alla Champions League.Sarà la finale numero 32 per il club gialloblù, di cui 16 vinte, l’ultima meno di una settimana fa.
“Siamo arrivati dove puntavamo ad arrivare – ha spiegato il tecnico Nicola Berardi in conferenza stampa -. L’obiettivo che ci siamo posti sin dall’inizio, non lo abbiamo mai nascosto, è quello di vincere tutto. Abbiamo festeggiato la vittoria della Coppa, ma lunedì avevamo già resettato e siamo tornati ad allenarci concentrati sul prossimo obiettivo. Siamo consapevoli che non sarà facile. La Folgore è una delle squadre più forti di San Marino, è giusto che siano arrivati in finale. È una bella partita da affrontare, daremo il massimo per vincere anche il campionato”.
Rispetto alla finale di Coppa, qualcosa potrebbe cambiare.
“Dobbiamo valutare qualche acciacco, ma tutti vogliono giocare la finale e sono sicuro che saranno pronti per sabato – ha spiegato Berardi -. La Folgore ha avuto più tempo per preparare la partita, ma noi abbiamo dalla nostra sicuramente il morale alto, oltre ad una rosa talmente ampia che ci consente di poter iniziare con una squadra e stravolgerla nel secondo tempo”.
Ad accompagnare il tecnico in conferenza stampa c’era il vice capitano Marco Gasperoni, decisivo nella finale di campionato 2018, proprio contro la Folgore.
“Sono bellissimi ricordi – ha detto -, speriamo di ripeterli e rinnovarli. Il nostro obiettivo è sempre lo stesso, vincere tutto. Lavoriamo tutto l’anno per arrivare a giocarci queste partite. Sappiamo che le finali sono partite a sé, non conta la classifica e le sfide dei play off lo hanno dimostrato. Sarà una partita durissima, contro un avversario molto forte. Consapevoli di questo daremo il massimo per cercare di vincere. La Champions è un altro obiettivo importante. Personalmente ho avuto la fortuna di averla già fatta in passato. Un’esperienza affascinante che spero vivamente di poter ripetere”.