La Fiorita ingrana la quarta

Prima sfida delle tre in programma in sette giorni, per i gialloblù, e ancora una vittoria a referto, che prolunga l’imbattibilità.

Nonostante la coperta corta a causa delle assenze la formazione di Oscar Lasagni mette subito in mostra il proprio potenziale.

La buona partenza trova compimento nel gol del vantaggio che arriva al 17’ con Zulli, abile a infilarsi nello spazio e a depositare in rete, dopo aver saltato Simoncini.

Gialloblù in superiorità numerica dal 32’ quando Censoni, già ammonito, riceve il secondo giallo per l’intervento su Zulli e raggiunge la doccia anticipata.

A inizio ripresa arriva il gol del raddoppio grazie al tiro mancino di Zafferani che sembra ipotecare l’incontro. I gialloblù rischiano però al 14’ quando l’intervento di Miori su Gjurchinoski chiama il calcio di rigore che lo stesso Gjurchinoski fallisce dal dischetto.

Altra occasione per gli avversari un minuto più tardi quando Zoumbare calcia sul fondo. È Pollino a cancellare lo zero nella casella dei gol subiti dai gialloblù, accorciando le distanze con un pallonetto alla mezz’ora da poco superata.

Nel mezzo le parate di Simoncini su Bonifazi e Guidi, con quest’ultimo che manda alto sul passaggio di Brighi.

Nei minuti finali decisiva la parata di Vivan su Lualdi, che salva il risultato. Gialloblù sempre in testa con Domagnano e Tre Penne, in vista dello scontro diretto di mercoledì.

LA FIORITA – TRE FIORI 2-1

Marcatori: 17’ Zulli, 50’ Zafferani, 76’ Pollino

LA FIORITA

Vivan, Brighi, Miori (dal 68’ Sanchez), Di Maio, Zafferani (dal 62’ Bonifazi), Grandoni, Loiodice, Amati (dal 77’ Castellazzi), Errico, Zulli, Guidi (dal 77’ Haddad)

A disposizione: Venturini, Lunadei, Sehail

Allenatore: Oscar Lasagni

TRE FIORI

A. Simoncini, Della Valle (dal 56’ Dolcini), D. Simoncini, De Lucia, Grani, Censoni, Pracucci (dall’89’ Giampetruzzi), Cuzzilla (dall’89’ Pollino), D’Addario, Lualdi, Gjurchinoski (dal 68’ Pollino)

A disposizione: Castagnoli, Astolfi, Tamagnini

Allenatore: Matteo Cecchetti

Arbitro: Marco Avoni

Ammoniti: Censoni, D. Simoncini, Errico, Pracucci, D’Addario, Haddad

Espulsi: Censoni (doppia ammonizione)