I gialloblù vogliono rialzarsi dopo lo stop di sabato. Manfredini: “Mi aspetto una gara coraggiosa”

Dopo la sconfitta di sabato contro la Folgore, la seconda in questa stagione, La Fiorita tornerà in campo domani a Fiorentino contro la Juvenes Dogana, intenzionata a riprendere il proprio cammino.

Il passo falso subito ha lasciato l’amaro in bocca nei gialloblù, dai quali il tecnico Thomas Manfredini si attende un’immediata reazione.

“Sabato non abbiamo avuto la cattiveria giusta per buttarla dentro e fare gol – commenta il tecnico -. Loro hanno fatto una partita ordinata, cercando di rischiare meno possibile e, all’unico tiro in porta, ci hanno fatto gol. Ma, al di là di questo, ci vuole un’altra cattiveria agonistica per vincere le partite. Sono certo che domani i miei ragazzi metteranno in campo tutta la voglia che serve per portare a casa i tre punti dopo la sconfitta immeritata di sabato che, purtroppo, ci ha fatto perdere la prima posizione. Dobbiamo ripartire al più presto fiduciosi delle nostre qualità e di quello che abbiamo fatto sino ad oggi”.

Quella contro la Juvenes Dogana sarà un’altra sfida non semplice.

“Mi aspetto una gara combattuta, nella quale chi avrà più voglia di vincere, più cattiveria da mettere in campo, porterà a casa i tre punti – dice Manfredini -. La Juvenes, con le sue qualità, può metterci in difficoltà. Ha vinto con il Tre Penne e meritava di portare a casa un punto anche contro la Virtus. Sarà una partita difficile, ma mi aspetto dai miei una gara coraggiosa. In un campo come Fiorentino bisognerà essere bravi anche sotto il punto di vista del palleggio e a livello tecnico. Un campo così concede meno margine d’errore. Dovremo essere più precisi del solito, più di quanto fatto vedere sabato contro la Folgore”.