L’avvio in campionato de La Fiorita, in attesa dell’esordio in Coppa Titano, passa ora per la sfida con il Cailungo, in programma domani pomeriggio a Montecchio alle ore 15:00.

I gialloblù vi arrivano forti del doppio successo ottenuto ai danni di Libertas e Folgore. Una partenza sprint che non ha sorpreso Marco Gasperoni, domenica scorsa insignito della fascia di capitano.  

“Me lo aspettavo – spiega il difensore -, del resto abbiamo lavorato bene e ci eravamo preparati nel modo giusto. La squadra è cambiata parecchio e i ragazzi che sono arrivati hanno alzato il livello. Mi aspettavo che saremmo partiti in questo modo. Con la Libertas, in particolar modo, è stata una vittoria abbastanza netta, abbiamo avuto parecchie occasioni e non abbiamo rischiato praticamente niente. Se devo trovare una pecca, in queste prime due partite, è l’aver concretizzato un po’ poco. Probabilmente ancora dobbiamo imparare a conoscerci bene, ma i presupposti sono buoni”.

E buono è sembrato anche il gioco espresso dalla squadra nelle prime due uscite, nonostante un inizio di stagione caratterizzato da tante incognite.

“Con l’arrivo di giocatori tecnici il gioco è facilitato – spiega Gasperoni-. Noi puntiamo sempre su questo aspetto, rispetto ad altre squadre non possiamo metterla sul lato fisico o sulle palle lunghe. Attraverso il gioco cerchiamo di indirizzare la partita dalla nostra parte. Non è un inizio di stagione normale, ancora si sente qualche strascico di quello che è successo nei mesi passati. Il poco pubblico, la necessità di fare i controlli, è tutto un po’ strano. Anche fisicamente non è stato facile riprendere ad un buon livello, però tutto sommato ci siamo riusciti abbastanza bene”.

Domani i gialloblù cercheranno di proseguire la scia positiva contro il Cailungo.

“Una sfida che nasconde delle insidie – dice Gasperoni -. Molte volte, in passato, sono stati fatti dei passi falsi perché non abbiamo interpretato le partite nel modo giusto. Sarà importante rimanere concentrati e cercare di concretizzare più di quanto fatto sino ad ora”.

Per Gasperoni quella appena iniziata è la quinta stagione in gialloblù.

“Sono contento di essere rimasto – conclude- . Come tutti qualche richiesta l’ho avuta, ma con il direttore sportivo avevo trovato l’accordo già da tempo. La Fiorita è una società che cerca di fare le cose seriamente e per quanto mi riguarda, progetto e organizzazione vengono al primo posto, anche prima del lato economico”.