1° Giornata Campionato Sammarinese – Rinaldi scatenato consegna un punto prezioso alla prima: TRE PENNE 3 FIORITA 3

FIORITA (4-4-2): Montanari 6; Scarponi 6 (dal 28’ Casadei 6.5), Bugli 5.5, Petras 5.5, Ceci 5.5; Cavalli 5 (dal 1’st Toccaceli 5.5), Cangini 5, Calzolari 5.5, Rinaldi 7; Guidi 5 (dal 36’st Forcellini s.v.), Selva 6.5.

A disp.: Quadrelli, Bollini

All. Manca

TRE PENNE (4-3-3): Chierighini 5.5; Capicchioni 6, Rossi 5.5, Fattori 5.5, Baschetti 6.5; Berardi 6 (dal 27’ Ranocchini s.v.), Chiaruzzi 6.5 (dal 16’ Pignieri 6), Gasperoni 6; Giuliani 6, Palazzi 6.5, Bonini 6.5.

A disp.: Valentini, Fantini, Zafferani, Zanotti

All. Protti

Marcatori: 8’ Palazzi, 30’ Baschetti, 8’st Chiaruzzi, 24’st e 47’ st Rinaldi, 28’st Casadei

Ammonito: Fattori

FIORENTINO – Prima partita e prime grandi emozioni fra due big del campionato.

Un pareggio scoppiettante che premia la determinazione della Fiorita che non ha mai mollato nonostante lo svantaggio di tre reti maturato nella prima ora di gioco.

La partita si avvia con una bella occasione per il Tre Penne con Palazzi che si inserisce centralmente perfettamente sfruttando un cross dalla destra ma il colpo di testa dell’ex Cosenza finisce fuori di pochissimo.

Qualche istante dopo è lo stesso Palazzi a sbloccare il match: palla in profondità per il “falso nueve” di Città che parte in progressione, entra in area e con una finta evita il suo diretto avversario per poi battere inesorabilmente l’estremo difensore avversario.

La squadra di Montegiardino dopo l’inizio shock, non riesce a riprendersi e capitola per la seconda volta infatti alla mezz’ora la compagine di Protti raddoppia grazie ad un gran gol di Baschetti che, imprendibile sulla fascia di sinistra, conclude con precisione e potenza nell’angolino facendo rimanere di stucco l’incolpevole Montanari.

La prima frazione di gioco di marca biancoazzurra si conclude con altre due azioni positive per il Tre Penne ovvero con un tiro potente dal limite di Gasperoni che impegna Montanari che si distende sulla sua destra e devia in corner e poi al 39’ è il palo a negare la gioia del gol a Rossi dopo un colpo di testa perfetto del difensore classe ’87.

La ripresa sembra voler seguire la falsa riga del primo tempo tant’è che il Tre Penne dopo soli 8 minuti trova il gol del tre a zero con Chiaruzzi: Palazzi serve in profondità Bonini che pennella un cross al bacio per il capitano di Città che tutto solo non ha problemi ad insaccare di testa a pochi metri dalla porta.

Quando la partita sembra doversi spegnere consolidando la vittoria degli uomini di Protti, alla prima vera occasione costruita dalla Fiorita la squadra di Manca passa con Rinaldi che dopo una bella azione personale, si porta a spasso la retroguardia avversaria e conclude con un sinistro imparabile.

I campioni di San Marino reagiscono e il livello del match si alza ancor di più quando Casadei, al 28’, beffa Chierighini con un destro a giro che si infila sotto la traversa, riaprendo improvvisamente la sfida.

Il Tre Penne abbassa troppo il baricentro e fatica a ripartire, permettendo alla Fiorita di sfruttare le doti balistiche ed offensive di Selva e Rinaldi. Proprio quest’ultimo allo scadere effettua una nuova percussione sulla sinistra e mette in mezzo un buon pallone che mette i brividi a tutta la retroguardia di Città ma che non trova nessun compagno lesto ad approfittarne.

Ma proprio quando il tempo sembra voler darla vinta al Tre Penne e le speranze della Fiorita affievolirsi, la compagine di Manca trova il disperato pareggio: strepitoso assist di prima di Andy Selva che manda in profondità il solito Rinaldi che si inserisce nella difesa biancoazzurra e tutto solo davanti al portiere lo batte in uscita con un tocco sotto.

Siamo al 47’ e con il pareggio di Rinaldi si chiude un match mozzafiato.

Un Tre Penne perfetto per 60 minuti non riesce a far sua una vittoria che sembrava a portata di mano concedendo alla Fiorita la possibilità di rientrare in partita e portare a casa un punto che sembrava impossibile.

 

Articolo dello “Lo Sportivo” – Matteo Ciacci