Per La Fiorita inizia l’avventura in Coppa. Amati: “Affrontiamo subito una squadra molto forte”

Dopo aver saltato il primo turno in qualità di detentrice del titolo, La Fiorita è pronta a fare il proprio esordio in Coppa Titano. Lo farà domani sera, alle 20.45, calcando per la prima volta il terreno del nuovo impianto di Acquaviva, partendo direttamente dai quarti di finale. Quarti di finale che consistono in un doppio confronto di andata e ritorno con il Tre Fiori, una sfida dai risvolti interessantissimi anche in chiave campionato. Le due formazioni, infatti, sono appaiate in testa alla classifica del Q1, dopo aver dominato i rispettivi gironi nella prima fase.

Inutile dire che la squadra di Luciano Mularoni è pronta a giocarsi tutte le proprie carte per difendere il titolo conquistato nell’aprile scorso contro il Tre Penne. Una finale complicata che ebbe come protagonista Armando Amati.

“Fu una partita tosta – ricorda il centrocampista -, contro una grande squadra come il Tre Penne. Noi eravamo in vantaggio per due reti a zero, dopo il gol segnato da Olivi e il mio su rigore, ma ci siamo fatti rimontare. Non è mai facile giocare i tempi supplementari dopo aver subito un pareggio allo scadere. C’è stato un altro episodio, da cui è nato un rigore pesantissimo che mi sono preso la responsabilità di calciare. Fortunatamente è andata bene”.

In campioni in carica sono ora pronti a riprendere il discorso Coppa.

“Avendo vinto lo scorso anno, grazie alla nuova formula abbiamo avuto questo piccolo vantaggio di saltare il primo turno – dice Amati -, ma ora affrontiamo subito una squadra forte come il Tre Fiori. In campionato hanno sempre vinto e sicuramente stanno facendo un qualcosa di importante, come noi. Non li conosciamo, anche perché dallo scorso anno hanno cambiato parecchio. In estate si sono mossi su più fronti, cambiando giocatori un po’ in tutti i reparti. Ritroverò da avversario Pestrin, che avevo già affrontato ad Ascoli in Coppa Italia di Lega Pro, in una delle mie primissime partite”.

La Fiorita arriva alla sfida di domani reduce dalla bella vittoria per 7-1 sul Pennarossa di domenica.

“Dopo una prima parte di stagione in cui creavamo tanto ma non riuscivamo a chiudere le partite, in questo Q1 siamo partiti molto bene – spiega Amati -. Con la Folgore ci siamo trovati sotto, ma siamo riusciti a ribaltare il risultato e potevamo anche chiudere l’incontro in anticipo; con il Pennarossa abbiamo fatto una gran partita sin da subito e a fine primo tempo, sul 4-0, la vittoria era praticamente già in tasca”.

Amati sarà a disposizione del tecnico Luciano Mularoni, che recuperati anche gli ultimi infortunati, potrà contare sull’intera rosa.