Olivi firma il successo gialloblu nell’andata dei quarti di finale

Una rete di Samuele Olivi, al 4’ della ripresa, consente a La Fiorita di fare suo il match d’andata dei quarti di finale contro la Juvenes/Dogana e di inaugurare dunque al meglio i play off scudetto.

A quasi un mese dall’ultima sfida disputata in regular season, gli uomini di Luciano Mularoni sono tornati in campo chiarendo subito le proprie intenzioni e assumendo da subito il comando delle operazioni.

Rinaldi e Chiurato provano a mettere paura agli avversari, ma il primo tiro verso lo specchio della porta è di Adrian Ricchiuti, che approfitta di un regalo inaspettato di Merlini ma non riesce a sorprendere Manzaroli, che ci mette una pezza.

Lo 0-0 a fine primo tempo non è un risultato che accontenta i gialloblu e al ritorno in campo dopo l’intervallo il vantaggio non tarda. A firmarlo è Samuele Olivi, che fa valere tempismo e centimetri in area, sbloccando il risultato sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 4’ della ripresa.

La Juvene/Dogana, rimasta in 10 in seguito all’espulsione di Mantovani, potrebbe pareggiare i conti sull’incornata di Enrico Casadei, ma è la traversa a salvare Vivan.

Con la vittoria dell’andata e il vantaggio del miglior piazzamento in regular season La Fiorita può dire di avere un mezzo piede in semifinale, ma sarà importante non commettere scivoloni nella gara di ritorno di giovedì prossimo.

LA FIORITA – JUVENES DOGANA 1-0

Marcatori: 49’ Olivi

LA FIORITA

Vivan, Amati, Chiurato (dal 56’ Righini), Di Maio, Valentini, Hirsch (dal 67’ Castellazzi), Loiodice, Mezzadri, Olivi, Ricchiuti, Rinaldi (dall’85’ Guidi)

A disposizione: Stimac, Mottola, Souare, M. Gasperoni

Allenatore: Luciano Mularoni

JUVENES-DOGANA

Manzaroli, M. Mantovani, E. Mantovani, Parma, Merlini, Casadei, Gattei Colonna, Semprini (dal 90’ Gatti), Raschi, Sorrentino, Angelelli (dall’89’ Cevoli)

A disposizione: Gobbi, Quaranta, Canini, Zafferani, Sako

Allenatore: Massimo Mancini

Arbitro: Luca Zani

Ammoniti: Loiodice, Gattei Colonna, Angelelli, Casadei

Espulsi: E. Mantovani