Mularoni: “Dobbiamo trarre insegnamento dalla sconfitta e rialzarci”

Archiviata la prima sconfitta in campionato, La Fiorita si appresta a tornare in campo, domenica, contro il Murata (ore 15 a Montecchio). L’inciampo contro il Pennarossa non ha intaccato la classifica, che vede i gialloblu mantenere un ampio margine sulla prima inseguitrice e già certi dei play off, ma nonostante questo i campioni in carica non vogliono concedersi altri passi falsi.

La settimana è servita per analizzare alcuni errori, al fine di non ripeterli.

“Non mi piace perdere, così come non piace alla società e ai giocatori – commenta il tecnico Luciano Mularoni -. La cosa che mi dà più fastidio è che non abbiamo giocato da Fiorita, ma non avremmo comunque meritato di perdere. Noi abbiamo avuto almeno 3-4 occasioni per ribaltare il risultato, ma non voglio parlare di fortuna o sfortuna, io valuto solo la prestazione della squadra. Non siamo stati La Fiorita. Un po’ era nell’aria: dopo la partita con il Tre Fiori, in cui tutti ci tenevamo a fare capire che la sconfitta di Coppa era stata solo un inciampo, può essere venuta fuori un po’ di consapevolezza e, inconsciamente, di rilassamento. Abbiamo fatto un bruttissimo primo tempo con la Folgore, ma poi abbiamo reagito nella ripresa e siamo riusciti a ribaltarla. Domenica è successa la stessa cosa, ma non siamo riusciti a fare altrettanto. E’ vero che ci mancavano diverse pedine, ma la nostra è una rosa talmente forte che ci consente di sopperire alle assenze. Non ci stava la sconfitta”.

Le sconfitte possono essere anche utili quando servono a imparare la lezione.

“Non dobbiamo fare altro che trarre insegnamento da questa partita e rialzarci subito – prosegue il tecnico -. E’ vero che siamo già ai play off e che abbiamo ancora un distacco importante sulle inseguitrici, ma ho sempre detto che questa squadra non deve mai accontentarsi, io per primo. Anche perché ci attende un periodo nel quale staremo a lungo senza giocare e dovremo essere bravi a tenere altra l’intensità, perché quando abbassiamo la guardia rischiamo di prenderci delle bastonate nei denti. E siccome credo che abbiamo un potenziale tale da permetterci di decidere quando vincere e quando perdere, è importante risollevarci subito”.

Domenica Mularoni recupererà Vivan, Gasperoni, Di Maio e Chiurato ma perderà per squalifica Mottola.