Contro il Pennarossa una vittoria con dedica speciale

L’obiettivo era vincere per dedicare la vittoria a Iole Gnesi – moglie del presidente onorario gialloblu Romeo Casadei scomparsa a inizio settimana scorsa a cui è stato tributato un minuto di silenzio a inizio gara – e La Fiorita ci è riuscita con un successo sonoro ottenuto sul Pennarossa. Se nella prima parte di campionato la squadra, in molti casi, faticava a concretizzare le tante occasioni create, nella seconda sfida del Q1 giocata a Domagnano la formazione di Luciano Mularoni è riuscita a trovare il gol con una certa facilità.

Ad aprire le danze ci ha pensato dopo soli quattro minuti Alessandro Chiurato, a segno con continuità da tre giornate, dopo l’infortunio che lo ha visto fuori causa praticamente per tutta la prima fase. Lo stesso Chiurato ha calato il poker a fine primo tempo, dopo che Ricchiuti e Mezzadri (prima rete stagionale per lui) si erano incaricati di realizzare il raddoppio e il tris.

La ripresa parla argentino, con Danilo Rinaldi autore del pokerissimo al 23’ e Hirsch che a sua volta inserisce il proprio nome nel tabellino dei marcatori alla mezz’ora.

Nel finale il Pennarossa accorcia le distanze con Halilaj, ma ad incrementare nuovamente il risultato in favore della Fiorita, ad un minuto dal 90’, ci si mette un autogol di Giannoni.

Buona anche la seconda, insomma. Ora la testa è concentrata all’importante sfida di Coppa Titano di mercoledì contro il Tre Fiori.

 

 

LA FIORITA – PENNAROSSA 7-1

Marcatori: 4’ e 44’ Chiurato, 11’ Ricchiuti, 35’ Mezzadri, 68’ Rinaldi, 74’ Hirsch, 79’ Halilaj, 89’ aut. Giannoni

 

LA FIORITA

Vivan, Chiurato (dal 66’ Guidi), Di Maio, Gasperoni, Hirsch, Loiodice (dal 74’ Mottola), Mezzadri, Olivi, Ricchiuti (dal 59’ Amati), Righini, Rinaldi

A disposizione: Stimac, Castellazzi, Michelotti, Zanotti

Allenatore: Luciano Mularoni

PENNAROSSA

Ugolini, Pignani (dal 59’ Alvarez), Conti (dal 70’ Boschi), Sebastiani, Giannoni, Raffelli, Aissaoui, Maccagno, Ciacci (dal 27’ Baizan), Halilaj, Silva Bahiano

A disposizione: Giuliani, Baldani, Capozzi, Podeschi

Allenatore: Denis Guerra

 

Arbitro: Michele Scarpino

Ammoniti: Raffelli, Maccagno