Castellazzi porta in vantaggio i gialloblu nel doppio confronto con la Libertas

Una vittoria di misura, che non vale come ipoteca sulla finale, ma che comunque fa pendere l’ago della bilancia dalla parte della Fiorita, anche in virtù del miglior posizionamento in regular season. A decidere la sfida d’andata di semifinale contro la Libertas è Fabrizio Castellazzi, a segno al 31’ del primo tempo, che porta a 12 i suoi centri stagionali.

Gialloblu subito padroni del gioco e pericolosi in un paio di occasioni, ma per il gol che sblocca la partita – e che risulterà decisivo – bisogna attendere la mezz’ora quando, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Ricchiuti disegna una splendida traiettoria sul secondo palo su cui si avventa Castellazzi, bravo a coordinarsi per la battuta di destro al volo che trafigge Zavoli sulla diagonale.

La Libertas prova a rispondere con Morelli che, pescato in profondità, colpisce con il destro l’esterno della rete.

Prima dell’intervallo Ricchiuti è costretto a lasciare il campo a causa di un colpo al quadricipite femorale sinistro; al suo posto Righini, che al 44’ sfiora subito il raddoppio su punizione, allontanata da Zavoli con un vero e proprio miracolo. Sulla ribattuta Olivi mette in mezzo per Castellazzi, al quale Simoncini nega la gioa del raddoppio.

Nella ripresa il copione non cambia, anche perché il secondo giallo a Michael Battistini e la conseguente espulsione non facilita il compito dei granata. Già in apertura i gialloblu erano andati vicini al raddoppio con il traversone velenoso di Loiodice, si cui si era fiondato Castellazzi, pericolo sventato grazie al riflesso determinante di Zavoli.

Dal rosso in avanti è un susseguirsi di occasioni fallite clamorosamente dalla formazione di Luciano Mularoni, per un mix di errori e sfortuna.

Sfortuna, su tutte, nella traversa colpita da Danilo Rinaldi, che potrebbe però timbrare a pochi minuti dal termine, ma in questo caso il capitano gialloblu spreca l’occasione e con il sinistro fa sfilare la sfera a lato. Prima di lui ci aveva provato il neo entrato Souare, la cui conclusione con il destro, troppo centrale, era stata allontanata con i pugni da Zavoli e sulla respinta del portiere granata Amati non era riuscito a centrare la porta col mancino.

A completare la fiera delle occasioni sprecate, quasi allo scadere, il tap-in fallito da Righini a porta vuota.

Venerdì sera, ad Acquaviva, ultimi 90 minuti per completare la pratica che mette in palio un posto in finale.

La rete realizzata da Castellazzi (foto FSGC)

LA FIORITA – LIBERTAS 1-0

Marcatori: 31’ Castellazzi

LA FIORITA

Vivan, Amati, Castellazzi (dal 65’ Souare), Di Maio, Gasperoni (dall’83’ Chiurato), Hirsch, Loiodice, Mezzadri, Olivi, Ricchiuti (dal 40’ Righini), Rinaldi

A disposizione: Stimac, Guidi, Mottola, Valentini

Allenatore: Luciano Mularoni

LIBERTAS

Zavoli, Aissaoui, Pesaresi, Cacchi (dal 46’ Mi. Battistini), Simoncini, Berretti, Lualdi (dall’88’ Paganelli), Golinucci (dal 46’ Perrotta), Ma. Battistini, Gaiani, Morelli

A disposizione: Delai, Mariotti, Nacanibou

Allenatore: Sandro Macerata

Arbitro: Antonio Ucini

Ammoniti: Lualdi, Pesaresi, Mi. Battistini, Morelli

Espulsi: 72’ Mi. Battistini (doppia ammonizione)