Supercoppa: per Ricchiuti e Rinaldi “vittoria meritata”

Da ieri sera La Fiorita è la squadra più vincente nella storia della Supercoppa di San Marino, considerando anche i successi ottenuti quando la competizione si chiamava Trofeo Federale, nonché una delle pochissime squadre sammarinesi ad avere centrato il “triplete” nello stesso anno.
A regalare alla società gialloblù il 15° titolo (equamente distribuiti tra campionato, Coppa e Supercoppa) della sua storia è il gol di Adrian Ricchiuti arrivato al 13’ della ripresa, che ha finalizzato una buona prova di tutta la squadra, nonostante il pochissimo tempo a disposizione per allenarsi prima della partita con il Tre Penne.

“Siamo contenti – ha commentato a fine gara l’attaccante argentino -. Personalmente non posso che ringraziare Hirsch, ha fatto tutto lui. Ha fatto una grandissima partita, come tutta la squadra del resto. Non era facile, ci siamo ritrovati solamente dieci giorni fa, con un nuovo allenatore e un nuovo modulo. Non abbiamo provato molto prima di questa sera, ma penso che al di là della preparazione si sia vista un’ottima Fiorita, che ha retto fisicamente e ha messo a disposizione il 110 per cento. Tutti abbiamo cercato di mettere del nostro meglio e abbiamo portato a casa, penso meritatamente, una partita che abbiamo condotto bene. Non abbiamo creato tantissimo, ma siamo stati attenti e per fortuna abbiamo fatto questo gol che ci ha permesso di vincere il titolo”.
Nonostante i 40 anni compiuti, Ricchiuti ha dimostrato di essere ancora una risorsa preziosissima per La Fiorita.
“Gli anni passano, però la voglia c’è sempre – ha concluso -. Non sono più quello di prima, è normale, ma fino a che ci sarà l’entusiasmo e potrò correre, cercherò di andare avanti e di portare il mio contributo per migliorare questo calcio che, secondo me, ha davanti buone prospettive”.

Buona la prima per il tecnico Alberto Manca, che ha bagnato il suo ritorno sulla panchina della Fiorita con una vittoria importantissima.
“Sono soddisfatto – il suo commento -. Il timore poteva esserci perché abbiamo iniziato più tardi rispetto alle altre formazioni. Dopo undici mesi di allenamento ininterrotto e dopo un ultimo periodo in cui questa squadra si è giocata finali e partite importanti, credo fosse giusto concedere ai ragazzi un po’ di riposo. Devo dire che sono stati bravissimi e diligenti. Si tratta di giocatori che hanno attitudine all’allenamento. Una squadra che vince tutto quello che c’è da vincere e cha ha questo tipo di qualità, ha solamente bisogno di essere sintonizzata sullo stesso canale per quanto riguarda quello che io voglio che faccia, ma non occorre muovere molto”.

Vittoria meritata per il capitano gialloblù Danilo Rinaldi.
“Abbiamo chiuso bene e ripartiamo alla grande con la conquista di questo trofeo che si fa sempre più importante per la ripresa del campionato – ha commentato -. Poteva esserci qualche dubbio sulla nostra condizione, perché abbiamo finito tardi e ci presi un po’ più tempo di vacanza, ma oggi si è visto che stiamo ancora bene. Abbiamo vinto a mio avviso meritatamente perché, per il primo tempo che abbiamo fatto, credo siamo stati superiori”.

Foto FSGC/Pruccoli