PLAY OFF SCUDETTO 2013/14 – SCONFITTI AI RIGORI, CONFALONE E GUALTIERI SI FERMANO SUL PALO…NULLA E’ ANCORA PERDUTO TRE FIORI 4 FIORITA 1 (d.c.r.)

TRE FIORI (4-4-2) Venturoli 6.5; Vendemini 5.5, Benedettini 6, Scugugia 6.5, Andreini 6; Semprini 5 (dal 33’st Maiani s.v. e dal 40’st Amici 6), Lisi 6.5, Simoncini 6, Bayzan 6 (dal 10’st Macina 5.5); Chiaretti 5.5, Bettini 5.5

A disp.: Liverani, Guerra, Mattioli, Grini

All.: Sperindio

FIORITA (4-3-3) Montanari 6; Scarponi 6 (dal 1’p.t.s. Casali s.v.) Anselmi 6 (dal 13’st Vagnetti 6), Bollini 6.5, Mazzola 6.5; Rinaldi 5.5, Confalone 5, Pensalfini 5.5, Ceci 5.5 (dal 23’st Mottola 6); Selva 6, Gualtieri 5

A disp.: Giovagnoli, Cavalli, Forcellini, Aliaj

All.: Manca

Arbitro: Barbeno 6

Marcatori: SERIE DEI RIGORI Chiaretti GOL; Selva GOL; Bettini GOL; Confalone PALO; Scugugia GOL; Gualtieri PALO; Lisi GOL

Ammonito: Rinaldi

MONTECCHIO- Servono i calci di rigore a rompere l’equilibrio fra Fiorita e Tre Fiori, a spuntarla sono i ragazzi di Sperindio che viene premiata e ora si andrà a giocare la finale contro la Folgore di Berardi.

La prima occasione della partita è della Fiorita al 6’, infatti, Selva entra in area e defilato sulla sinistra mette in mezzo d’esterno destro un pallone teso che mette i brividi a Venturoli ma nessun giocatore rossoblù è appostato per la deviazione e l’azione sfuma.

Qualche minuto dopo una incomprensione fra Venturoli e la sua retroguardia permette a Selva di rendersi pericoloso ma il capitano della Nazionale non aggancia come vorrebbe e non si rende pericoloso.

Poco prima della mezz’ora esce dal guscio il Tre Fiori con Bayzan che approfitta di un cross e di testa spedisce però alto nonostante il buon inserimento del giovane esterno di Fiorentino.

Al 33’ Confalone ci prova con un cross basso ma Venturoli è attendo e coi pugni sventa la minaccia.

Sul finire di tempo è il Tre Fiori ad attaccare prima con una conclusione dalla distanza di Andreini che non crea grattacapi a Montanari e poi con una punizione di Lisi che però è alta e centrale e non impensierisce il ben appostato estremo difensore avversario.

Nella ripresa i primi minuti sono molto intensi, cosa che era successa anche nella prima frazione di gara, infatti un buon cross di Simoncini smarca Bettini ma l’attaccante non ci arriva di poco.

Successivamente è Anselmi a tentare l’eurogol dalla distanza ma la sua conclusione non trova lo specchio della porta.

Alla mezz’ora la squadra di Montegiardino va vicinissima al gol con il neo-entrato Mottola che mette i brividi ai tifosi del Tre Fiori: l’ex San Marino si sistema il pallone e lascia partire una conclusione perfetta destinata in rete ma è altrettanto perfetta la risposta di Venturoli che compie il miracolo e salva i suoi.

E’ sulle fasce che arrivano i maggiori pericoli per gli uomini di Sperindio infatti Pensalfini defilato mette una bella palla in mezzo ma ancora una volta nessun compagno è lesto ad approfittarne.

Così come con Rinaldi, dopo uno splendido uno due con Confalone non trova nessuno per il tap-in vincente.

La Fiorita termina i tempi regolamentari in avanti e ha anche una grande occasione per provare il colpaccio proprio allo scadere, infatti Confalone calcia di prima a giro ma ancora una volta Venturoli si supera fra i pali e mette una pezza.

I tempi supplementari non regalano grandi emozioni, la stanchezza la fa da padrone e i ritmi calano vistosamente e a risentirne è sicuramente lo spettacolo.

Al 7’ del secondo tempo supplementare la squadra di Sperindio, che è stato allontanato dall’arbitro Barbeno dal terreno di gioco per proteste al 100’ minuto di gioco, trova il gol del vantaggio grazie ad uno spunto sulla destra di Bettini che cerca e trova Andreini che tutto solo mette in rete ma il direttore di gara coadiuvato dal suo assistente di gioco segnala l’off-side e quindi gol annullato.

Nonostante gli attacchi delle squadre, 13 gol Chiaretti, 18 Gualtieri e miglior attacco del campionato per la Fiorita con 47 gol fatti, a prevalere sono le difese e per decidere la sfida si va alla giostra dei calci di rigore dopo un match nel complesso poco entusiasmante.

Dal dischetto freddissimi i giocatori del Tre Fiori mentre due pali condannano la squadra di Montegiardino che ora non può più sbagliare se vuole continuare a sognare in grande.

Decisivi gli errori di Confalone e Gualtieri, mentre il rigore che regala il successo alla compagine di Sperindio è di Altin Lisi, migliore in campo, che permette ai suoi compagni di giocarsi un posto in finale nella prossima partita contro la Folgore.

Articolo dallo “Lo Sportivo” – Matteo Ciacci