Contro la Folgore un’altra prova di qualità

I fantasmi delle prime giornate di Campionato sono alle spalle e la Fiorita, dopo aver battuto Tre Penne e Tre Fiori supera, sul campo, un’altra pretendente al titolo finale: la Folgore.
In un match sostanzialmente equilibrato la squadra di Gianluca Procopio trova la strada della porta con difficoltà ma dopo pochi minuti Simone Loiodice ha la palla per il vantaggio ma spara alto. Buoni gli inserimenti del trio-argentino Hirsch-Rinaldi-Ricchiuti che però non riescono a sbloccare il risultato.
Vivan mai in pericolo. Nella ripresa trova oltre 20 minuti di partita anche Andy Selva che sei mesi dopo l’infortunio appare pienamente recuperato. Con lo storico Capitano in campo è l’uomo che porta ora la fascia al braccio a sbloccare la partita e a regalare i tre punti alla Fiorita: Danilo Rinaldi. Rinaldi raccoglie quasi sulla linea di fondo un pallone “pennellato” da Ricchiuti e di testa lo schiaccia alle spalle di Bicchiarelli. Ora un week end di riposo prima di sfidare, il 18 novembre, la Virtus (ore 15 a Serravalle B).

FIORITA (4-4-2): Vivan; Gasperoni, Olivi, Mazzola, Martini; Rinaldi, Amati (35’st Michelotti), Loiodice, Hirsch (31’st Selva); Ricchiuti, Guidi (12’st Pancotti).
A disp.: Stimac, Cavalli, Colonna, Gabrielli.
All.: Procopio.
Rete: 42’st Rinaldi.