Campionato: 2°giornata. La Fiorita 1 – Faetano 1

Fiorita (4-1-4-1)
Montanari 6; Mazzola 5, Bucchi 5,5, Gian Luca Bollini 6, Vannucci 5,5; Pedrelli 5,5 (dal 8’st Bellocchi 6); Perrotta 6, Ceci 6, Cavalli 6, Parma 5,5; Rinaldi 5
A disp.: Giovagnoli, Zafferani, Mularoni, Zanotti
All.: Berardi

Faetano (4-4-2)
Lamantia 7; Rossi 6,A. Della Valle 6, Valentini 6,5, Rinaldi 6; Temeroli 5,5 (dal 29’ st Borgagni 6), Lepri 6,5, Giardi 6, Ugolini 6 (dal 41’ st Borroni sv); Serbin 6,5, A. Moroni 7
A disp.: Lazzaro, M. Moroni, Francini, Gasperoni,P.M. Della Valle
All.: Uraldi

Arbitro : Albani 6
Ammoniti: Pedrelli, Ugolini, Bucchi, Valentini, Vannucci
Marcatori: 38’ st Vannucci, 47’ st A. Moroni

FIORENTINO 22 Settembre 2012
Il 22 settembre 1962 nasceva la società calcio Faetano, cinquantenni di storia di uno dei più piccoli castelli della Repubblica. Fiorita che omaggia con una targa ricordo il compleanno numero 50 degli avversari e poi il calcio giocato.
Al 5’ Andrea Moroni impegna subito Montanari alla parata di piede sul diagonale velenoso.
La risposta Fiorita e qualche minuto più tardi con l’incornata di Parma che non trova la porta.
Giornata no della difesa Fiorita che per larghi tratti si trova in balia delle scorribande avversarie. Serbin arriva alla zuccata da buono posizione al 17’,Ugolini qualche minuto più tardi si inserisce con troppa facilità dentro l’area di rigore. Il suo tiro smorzato dal corpo di Bucchi facilita il compito a Montanari .
Berardi lascia Rinaldi solo a sgomitare là davanti e sulla sua spizzata al 27’ Ceci si trova a tu per tu con Lamantia che devia in angolo sul tiro forte sul palo vicino.
Faetano di nuovo pericoloso al 36’ con Andrea Moroni che di testa non trova lo specchio della porta.
Nel finale la Fiorita preme sull’acceleratore. Gian Luca Bollini scarica il sinistro sulla faccia interna del palo a Lamantia battuto; Perrotta due minuti più tardi lo chiama alla parata salva risultato sulla punizione a giro.
Il secondo tempo riparte subito forte; lob geniale di Cavalli che smarca Parma solo davanti al portiere; sul suo piede destro tante possibilità per finalizzare, la scelta cade sul pallonetto morbido tanto bello quanto rischioso, faccia alta della traversa e risultato ancora in bilico.
E’ il momento di maggior forcing dei bianchi di Montegiardino; Parma chiama agli straordinari ancora Lamantia all’ottavo e Rinaldi, dieci minuti più tardi, lo grazia con il sinistro al volo ciccato completamente da buona posizione.
Duello rinnovato quattro minuti più tardi, uscita disperata ancora di Lamantia che tocca in angolo il pallonetto del numero nove di Berardi.
La pressione Fiorita si allenta e il Faetano di prepotenza fa sentire la propria voce. Moroni al 24’ schiaccia troppo il sinistro al volo su bella palla di Lepri.
Serbin invece su azione caparbia arriva al tiro da posizione ravvicinata graziando Montanari.
Al 38’ l’incontro si sblocca, Bellocchi pesca la zuccata di Vannucci che allunga la traiettoria del pallone direttamente nell’angolino opposto.
Ultimi minuti di secondo tempo con Fiorita a gestire il risultato e nel finale c’è ancora spazio per l’ennesima parata di Lamantia su scambio tra Perrotta e Bellocchi con quest’ultimo al tiro deviato in angolo .
In piena recupero ritorna il sorriso al Faetano che si fa il regalo di compleanno. Giardi mette giù un buon pallone, Mazzola gli lascia libertà di mettere dentro un pallone sul dischetto dove un libero Andrea Moroni trova il sinistro incrociato che pietrifica Montanari.
Cinquantanni e non sentirli, come lo scorso anno il Faetano ritorna ad essere la bestia nera degli uomini di Berardi. Fiorita a recitare il mea culpa per i tre punti buttati a trenta secondi dal termine.

Michele Della Valle