Campionato: 1°giornata. Viruts 0 – La Fiorita 2

Fiorita (4-4-2)
Montanari 7; Berardi 6 (dal 22’ st Forcellini 6), Bucchi 6,5, Mazzola 6, Vannucci 6; Perrotta 5,5, Ceci 6,5, Pedrelli 6 (dal 15’ st Cavalli 6), Parma 5; Rinaldi 6 (dal 44’ st Zafferani sv), Mottola 6
A disp.: Giovagnoli, Zanotti
All.: Berardi

Virtus (4-5-1)
Pazzini 7; Bianchi 6, Giacobbi 6, Rossitto 5,5, Gualandi 6 (dal 29’ Babboni 5,5); Guerra 6, Pasquali 5,5 (dal 17’ st Carlini 6), Venuto 6, Vaselli 6, Rapanelli 5,5 (dal 29’ st Nanni 5,5), Gatti 6,5
A disp.: Zanotti, Bucci, M. Giacobbi, Semprini
All.: Bianconi

Arbitro: Dadamo 5,5
Marcatori: 18’ st Rinaldi, 42’ st Cavalli
Ammoniti: Vannucci, Pasquali, Rapanelli, Gualandi, Vaselli

DOMAGNANO 16 Settembre 2012
Squadre incerottate per la prima di Fiorita e Virtus. Partita sostanzialmente bruttina alla quale servono almeno 50 minuti per decollare.
Al terzo Fiorita pericolosa, angolo di Mottola e testa di Bucchi che esalta i riflessi di Pazzini.
La squadra di Bianconi lascia la davanti un isolato Gatti a sgomitare con gli avversari e al 15’ l’errore del pacchetto difensivo centrale giallo blu permette a Guerra di guadagnare un buon pallone che sciupa tirando da lontano e impegnando Montanari solo all’ordinaria amministrazione.
Quattro minuti più tardi Mottola su punizione chiama Pazzini alla parata non proprio stilisticamente perfetta. Bager a deviare sopra la traversa.
Al 35’ sgroppata di Perrotta a cercare Parma sul secondo palo. Incornata in solitaria completamente sbagliata.
Nel finale si rivede anche la Virtus; Gatti guadagna una buona punizione dal limite dell’area, Venuto disegna una parabola perfetta sopra la barriera, Montanari si supera togliendo dall’incrocio un pallone destinato in fondo al sacco.
Manovra lenta e ritmi blandi mandano in archivio un primo tempo dalle tinte quasi amichevoli.
La ripresa risulta più viva merito anche di una Fiorita più brillante e decisa a portare a casa il risultato.
Al 7’ Mottola ci riprova da palla inattiva, la base del palo infrange il possibile vantaggio.
Stessa sorte al colpo di testa di Bucchi al 9’ ancora una volta trovato dal piede di Mottola su schema da palla inattiva.
Piede sull’acceleratore per gli uomini di Berardi che all’11’ collezionano la più bella azione della gara. Scambio Perrotta Rinaldi con pallone di ritorno di tacco con l’ex Juvenes e Murata non freddo a colpire sul palo vicino trovando Pazzini ancora una volta reattivo.
E’ il preludio del gol, trappola del fuorigioco completamente sbagliata e Vannucci che lancia Rinaldi al tu per tu con Pazzini. Tocco sotto morbido che dolcemente si insacca sul palo lontano.
Alla mezzora episodio dubbio in area di rigore Virtus con Rinaldi che cade in area piccola dopo l’abbraccio del proprio marcatore.
Al 39’ ancora il nuovo acquisto Fiorita si divora il raddoppio, altro tu per tu con Pazzini che è bravo a non cadere nelle finte del numero 9 giallo blu tenendo in bilico ancora l’incontro.
Solo rimandata la chiusura definitiva del match; al 42’ Cavalli decide un batti ribatti in area conseguente un calcio d’angolo non rinviato nel migliore dei modi dalla difesa nero verde.
A bottino virtualmente acquisito la Fiorita allenta la pressione e Gatti un minuto dopo il raddoppio potrebbe regalare maggiore interesse ai cinque minuti di recupero concesso dall’arbitro Dadamo. Rimpallo vinto in area piccola e diagonale da terra che accarezza il palo lontano.
Passano altri sessanta secondi e ancora Gatti di testa salta più in alto di Vannucci. La trasversale sopra la testa di Montanari respinge la conclusione, Vaselli sul tapin di testa da zero centimetri esalta ancora un super Montanari.
Il gioco rimandato a tempi migliori per la Fiorita. Per la Virtus l’avvio di stagione tra campionato e coppa non è dei più promettenti.

Michele Della Valle