6° GIORNATA CAMPIONATO SAMMARINESE – SECONDA SCONFITTA CONSECUTIVA, COSì PROPRIO NON VA. FIORITA 0 PENNAROSSA 2

PENNAROSSA: Valentini 6.5; Lazzarini 6, Albani 6.5, Brici 6, Rastelli 6; Mariotti 6(dal 29’st Ciacci 6), Berretti 6.5, Cervellini 6, Fabbri 6.5; Bonifazi 6 (dal 41′ Giovannini s.v.); Aruci 7

A disp: Broccoli, Esposito, Guidi Ant, Capozzi

All: Satalino

FIORITA: Montanari 5.5; Scarponi 6 (dal 37′ pt Casadei 6), Bollini 5.5, Bugli 5, Petras 5.5; Ceci 6, Calzolari 5.5, Cangini 5.5, Cavalli 5.5(dal 22’st Guidi Al s.v.); Selva 6, Rinaldi 6

A disp: Quadrelli, Toccaceli, Righi, Forcellini, Vagnetti

All: Manca

Arbitro: Avoni 6

Marcatori: 4′ Fabbri, 56′ Aruci

Ammonito: Berretti

FIORENTINO- Un buon Pennarossa regola una Fiorita troppo rinunciataria ed raggiunge a quota sette proprio la compagine di Montegiardino nel gruppo B.

Ma veniamo al match.

Parte fortissimo il Pennarossa che trova subito il gol: è il 4’ quando Fabbri si inserisce centralmente, si sistema il pallone e conclude in porta senza lasciare scampo a Montanari. Bel gol per il centrocampista di Chiesanuova.

La Fiorita non ci sta e reagisce immediatamente con Selva che batte una punizione rasoterra molto tesa ma in area nessun compagno è lesto ad approfittare e la palla scivola senza creare grattacapi alla difesa avversaria.

Dopo qualche istante è Petras a mettersi in mostra sulla fascia di sua competenza, quella di destra, prima al 11’ crossa perfettamente sulla testa di Selva ma il capitano della Nazionale Sammarinese non riesce ad inquadrare lo specchio della porta e poi, dieci minuti dopo, ancora l’ex Grosseto sfrutta al meglio un buon lavoro di Ceci e mette in mezzo per Rinaldi ma Valentini blocca in presa.

La seconda frazione di gioco inizia ancora con un Pennarossa più determinato e con una Fiorita lenta e povera di idee.

Aruci prende coraggio e al 9’ della ripresa, salta netto Bugli e defilato sulla sinistra, in area, calcia in porta ma Montanari è attentissimo e respinge.

Il folletto di Chiesanuova è scatenato e due minuti dopo mette in ghiaccio la partita.

Infatti l’ex Borghi detta il passaggio in profondità a Mariotti che lo assiste coi tempi giusti e da solo davanti al portiere lo stesso Aruci non ha problemi ad insaccare e a portare il risultato sul 2-0.

La squadra di Manca prova ad imbastire un’azione offensiva ma Selva è troppo isolato in avanti e Rinaldi, nonostante il grande impegno, svaria su tutto il fronte d’attacco ma non riesce mai a farsi pericoloso.

Nemmeno i cambi scuotono la compagine di Montegiardino e l’unica occasione degna di nota è una conclusione di Selva dal limite che finisce fuori di poco, ma è tutto qui l’attacco gialloblù.

Nel finale il forcing della Fiorita, come già detto più volte, non sortisce gli effetti sperati per i supporter di Montegiardino e anzi è il Pennarossa con Aruci, il migliore dei suoi, a creare azioni pericolose in velocità nelle ripartenze ma il risultato comunque non cambia.

La squadra di Satalino vince meritatamente e ottiene tre punti importanti che riagganciano i biancorossi al treno di vertice del gruppo B, zona di vertice di competenza anche della Fiorita che però quest’oggi ha sicuramente deluso le aspettative.

 

Articolo dallo ” Lo Sportivo” – Matteo Ciacci