4° giornata di campionato: CON IL BRIVIDO FINALE MA ARRIVA LA TERZA VITTORIA FIORITA – CAILUNGO 4-3

CAILUNGO(4-4-2):

Francioni 5,5; Zonzini 5,5, Bozzi 6,5, Troiano 5, Pagliarani 5; Ciavatta 6, Belluzzi 5,5(17’st Micheloni 5), Gatti 6,5, Ricci 5,5, Pantone 6(43’st Zanotti sv).

A disp.: CasadeI, Baldini, Sammaritani, Lotti, Del Sole

All.: Uraldi

LA FIORITA(4-4-2):

Montanari 5,5; Mazzola 6, Ceci 5, Bugli 6, Bollini 5,5, Forcellini 6,5(37’st Aliaj sv), Cavalli 6, Silva 6,5(43’st Bonfini sv), Mottola 6,5(9’st Rinaldi 6), Gualtieri 7,5.

A disp.: Giovagnoli, Vagnetti, Confalone.

All.: Uraldi

Ammoniti: Bozzi, Bollini, Montanari, Rinaldi, Cavalli

Espulsi: Ceci

Marcatori:10’pt Mottola, 4’st e 23’st Gualtieri, 27’st Ciavatta, 28’st Gatti, 29’st Silva, 43’st Aut. Bollini

Arbitro: Perotto

SERRAVALLE B – Sotto  una pioggia intermittente, la formazione di manca ottiene tre punti importanti, dimostrando ottime qualità, con alcuni black out momentanei che non inficiano una prestazione globalmente positiva. Dopo soli 10 minuti, Pagliarani atterra Mottola in area, per l’arbitro Perotto è rigore, che lo stesso numero dieci di Montegiardino realizza spiazzando il portiere avversario. Il resto del primo tempo è scevro di azioni concrete, ad eccezione di una bella combinazione Silva Gualtieri con quest’ultimo che non riesce, però, ad imprimere la zampata finale. Nella ripresa si capisce subito che è tutta un’altra partita. Dopo solo un minuto, Forcellini scalda i guanti di Francioni con un violento tiro dalla distanza, su cui l’estremo difensore avversario si rifugia in angolo. Al 4’ la Fiorita raddoppia con Gualtieri, che scattato sul filo del fuorigioco, veloce come il vento, si porta a ridosso di Francioni, che perde il duello all’ultimo sangue. Venti minuti dopo, Gualtieri realizza la doppietta personale con un bel gesto aereo staccando più alto di tutti in mezzo alle maglie della difesa avversaria. Il Cailungo non si da per vinto e, quattro minuti più tardi, accorcia le distanze con Ciavatta, il cui rasoterra è potente e preciso. I rossoverdi acquistano coraggio ed un minuto più tardi accorciano ulteriormente le distanze con Gatti, che segna di prepotenza. La formazione di Manca resta lucida ed un minuto più tardi spegne le speranze di rimonta degli avversari con Silva, che coglie tutti di sorpresa, compagni compresi, e al termine di una bella azione in velocità, realizza un gol che consente, momentaneamente, ai suoi compagni di respirare. Il momento di gioia dura però poco, la situazione si fa subito difficile: al 38’ seconda ammonizione per Ceci che lascia in dieci uomini la Fiorita. Il Cailungo non molla, ed arriva a realizzare la propria terza rete al 93’ con Ciavatta su cui è decisiva la deviazione della difesa di Montegiardino ed in particolare di Bollini. Finisce qui una partita intensa ben diretta dall’arbitro, nella quale gioisce la Fiorita, mentre piange il Cailungo che paga un primo tempo decisamente sottotono.

Articolo dello ” Lo Sportivo” – Samuele Pelliccioni