18° Giornata Campionato Sammarinese – Anche se con fatica stesa anche la squadra di Chiesanuova FIORITA 2 PENNAROSSA 1

FIORITA (4-4-2) Montanari 6; Vagnetti 5.5, Anselmi 6.5, Bugli 5.5, Mazzola 6; Ceci 6 (dal 40’st Forcellini s.v.), Pensalfini 6, Confalone 6, Rinaldi 6 (dall’8’st Scarponi 6); Selva 6.5, Gualtieri 6.5

A disp.: Giovagnoli, Bonfini, Mottola, Aliaj, Righi, Cavalli

All.: Manca

PENNAROSSA (4-3-3) Valentini 6.5; Tomassoni 5.5, Cervellini 6, Colonna Fr. 5.5, Nanni 5.5 (dal 45’st Mariotti s.v.); Fabbri 6, Vannoni 6.5, Bonifazi 5.5 (dal 23’st Conti 6); Ugolini 6.5, Ciacci 5, Cipolla 5 (dal 40’st Canini s.v.)

A disp.: Colonna Fa.

All.: Nicolini

Arbitro: Avoni 5.5

Marcatori: 11’ Anselmi, 41’ Gualtieri, 31’st Vannoni

MONTECCHIO- Partita ricca di emozioni fra Fiorita e Pennarossa a spuntarla è la squadra di Manca che profittando anche della contemporanea sconfitta della Cosmos guadagna punti consolidando il primato nel gruppo B.

Ma veniamo al match.

Parte fortissimo la compagine di Montegiardino con Selva che scatta sul filo del fuorigioco imbeccato ottimamente da Ceci ma tutto solo davanti al portiere spara alto.

Qualche istante dopo un errore della retroguardia del Pennarossa permette ancora al capitano della Nazionale di trovarsi in buonissima posizione ma la sua conclusione finisce incredibilmente fuori.

All’11’ la Fiorita passa meritatamente in vantaggio: calcio d’angolo dalla destra, colpo di testa perfetto di Confalone che sbatte sulla traversa sulla respinta è bravo e lesto Anselmi che insacca alle spalle di Valentini.

Fino alla mezz’ora il Pennarossa subisce il dinamismo e la pressione della squadra di Manca e non riesce a costruire occasioni pericolose ma gli uomini di Nicolini in una delle rare azioni offensive trovano la rete con Ciacci ma l’arbitro Avoni annulla per l’off-side del capitano di Chiesanuova che aveva ribattuto in rete la carambola sul palo propiziata da un tiro di Tomassoni.

Il Pennarossa cresce ma proprio nel suo momento migliore la Fiorita passa per la seconda volta: ancora una sbavatura difensiva consente a Rinaldi di servire perfettamente Gualtieri che non ha difficoltà a battere di sinistro sul primo palo l’incolpevole Valentini. Quattordicesimo gol in campionato per il Cobra.

Nella ripresa il Pennarossa cerca di reagire e nei primi minuti Ugolini non riesce a deviare in porta un bel cross dalla destra di un compagno.

Successivamente è però ancora la squadra di Manca a farsi più volte pericolosa prima al 5’ con Confalone che serve con il tacco Gualtieri che rientra con il destro e calcia in porta trovando la pronta risposta di

Valentini, sulla respinta lo stesso Confalone non trova lo specchio della porta e poi, tre minuti dopo è invece Selva a scaldare ancora i guantoni all’ottimo Valentini.

Al 20’ dopo un calcio d’angolo della Fiorita è la traversa a negare la gioia del gol a Gualtieri.

Il Pennarossa prova a farsi pericoloso e ad aumentare i ritmi per tentare di rimettere in carreggiata il match è infatti il neoentrato Conti a provarci di sinistro con una bella conclusione che finisce di poco fuori alle spalle di Montanari.

Al 31’, dopo diversi minuti di pressione costante dei biancorossi, arriva il gol della speranza con Vannoni che al limite insacca di destro con un perfetto rasoterra dopo l’ennesima percussione palla al piede di Ugolini.

La squadra di Nicolini porta Tomassoni in avanti e cerca il tutto per tutto sbilanciandosi, ma non riesce a trovare la rete del pareggio, anzi è Valentini a superarsi sul sempre pericoloso Gualtieri, imbeccato in profondità da Selva.

Un Pennarossa che paga un approccio alla gara completamente sbagliato non riesce a fare punti contro una Fiorita che ha sicuramente meritato la vittoria; si complica ora la strada verso i playoff per i biancorossi mentre sembra tutto in discesa per la Fiorita.

Articolo dello “Lo Sportivo” – Matteo Ciacci